Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2715

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2719

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/revslider/includes/output.class.php on line 3615

Deprecated: Function create_function() is deprecated in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/revslider/includes/framework/functions-wordpress.class.php on line 258
Coronavirus e sharing economy: come cambia il mondo della condivisione
Notice: Undefined index: cookie_policy_url in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/cookie-policy-generator/cookie-policy-generator.php on line 37
, Coworking

Coronavirus e sharing economy: come cambia il mondo della condivisione

Abitudini che cambiano, rapporti umani che riprendono ma senza troppo contatto, nuovi modi di vivere la quotidianità.

Sono molti gli aspetti della nostra vita che l’emergenza Coronavirus ci ha costretto a rivedere, posizionando il mondo su un equilibrio nuovo e strano a cui dobbiamo ancora completamente abituarci.

Se negli ultimi anni avevamo imparato a condividere case e cose e a beneficiare dell’uso degli oggetti e non del loro possesso (ne parlavamo qui), cosa succederà nel mondo della sharing economy – di cui anche i coworking fanno parte – adesso che la regola è “manteniamo le distanze dagli altri”?

La sharing economy ai tempi del Coronavirus

Il Coronavirus, e tutte le conseguenze sociali che si porta dietro, sta infatti minando concetti fondamentali di questo settore dell’economia: la condivisione e la fiducia.

E così, mentre alcuni grandi colossi come Airbnb e Uber annunciano licenziamenti e si vedono costretti a studiare piani alternativi per adattare alle nuove regole i servizi offerti – come si legge in un interessante articolo pubblicato su Internazionale – nelle realtà più piccole si cerca di capire come organizzarsi per continuare a essere sul mercato offrendo al meglio i propri servizi.

Spazio 19 si riorganizza

Anche Spazio 19 si è riorganizzato per ritornare ad una quasi normalità dopo il lockdown.

“Basandoci sulle disposizioni del Governo, abbiamo ridotto le postazioni di oltre il 50% per garantire la giusta distanza fra le persone” spiega Maurizio, l’anima del nostro coworking. “All’inizio c’è stata qualche incertezza, ma dopo i primi tempi le postazioni disponibili sono tornate a essere tutte occupate. Si fa estrema attenzione alla pulizia e alla sanificazione dei locali e delle attrezzature. Inoltre, tutti i nostri coworker si stanno dimostrando molto attenti e collaborativi per quanto riguarda il distanziamento e le nuove regole di comportamento e igiene, senza però sfociare nell’ipocondria.”

Un segnale positivo, che racconta di una maggiore consapevolezza ma anche di una grande voglia di tornare alla normalità.

Con nuove abitudini, certo, ma con la stessa voglia di stare insieme.