Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2715

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/revslider/includes/operations.class.php on line 2719

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/revslider/includes/output.class.php on line 3615

Deprecated: Function create_function() is deprecated in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/revslider/includes/framework/functions-wordpress.class.php on line 258
Sindrome da rientro? Se la conosci, la eviti - Spazio19
Notice: Undefined index: cookie_policy_url in /home/designitlc/spazio19new/wp-content/plugins/cookie-policy-generator/cookie-policy-generator.php on line 37
, Benessere, Coworking, Inspiration

Sindrome da rientro? Se la conosci, la eviti

 

Tornare dalle vacanze e riprendere a lavorare non è mai facile. Anzi, può essere talmente traumatico che addirittura gli psicologi hanno riconosciuto una vera e propria sindrome da rientro con sintomi specifici quali stanchezza, nervosismo, insonnia, stress, sbalzi d’umore improvvisi.

Come evitare tutto questo e fare in modo che i benefici delle vacanze non vadano distrutti in un attimo?

Consiglio #1: non rientrare il giorno prima

È vero, godersi il mare o la montagna fino all’ultimo minuto possibile può sembrare una buona idea, soprattutto in vista dei mesi di lavoro che ci aspettano. In realtà è meglio avere alcuni giorni di decompressione per abituarci con gradualità al passaggio dalla vita vacanziera a quella normale.

Consiglio #2: dormi

Sembrerà banale, ma uno degli aspetti più piacevoli dello stare in ferie è proprio il potersi concedere qualche ora in più di sonno. Perché non continuare a farlo anche dopo essere tornati a casa? Proviamo ad andare a dormire prima e senza distrazioni tecnologiche. Quando possibile, concediamoci quello che in inglese si chiama il beauty nap (insomma, la classica pennichella).

Consiglio #3: cura il corpo

Alimentazione e movimento dovrebbero essere priorità sempre, ma soprattutto nei momenti di cambiamento prendersi cura di sé stessi è fondamentale. Non mangiate schifezze, anche se la tentazione di consolarsi con il junk food potrebbe essere forte, e cercate di muovervi un po’, anche solo per una passeggiata al parco. Qui trovate un nostro articolo in cui vi raccontavamo come fare una pausa pranzo anti-stress.

Consiglio #4: cura la mente, soprattutto!

Avete mai sentito parlare di mindfulness

È una tecnica particolare che permette di imparare a concentrarsi sul momento presente, accogliendo e accettando anche ciò che non ci piace e che ci provoca disagio o dolore. 

In alternativa, lo yoga è un valido modo per unire la meditazione al movimento e alla cura di sé, intendendo il sé come unione fra corpo e mente.

Consiglio #5: leggerezza e vie di fuga

Il vero segreto? Non pensateci troppo.

In fondo (e per fortuna) al lavoro bisogna tornarci. Perché concentrarsi solo sugli aspetti negativi? Proviamo a pensare e a riscoprire ciò che ci piace del nostro lavoro. E se proprio non troviamo nulla che valga la pena, perché non cogliere l’occasione per fare una piccola rivoluzione nella nostra vita…?

Ps: se invece avete la fortuna di lavorare in un ambiente stimolante, sereno e piacevole come Spazio19, allora, beh… ma che ve lo diciamo a fare…?

Buon rientro a tutti!